Thailandia – Laos – Cambogia by Enrico 2010

Thailandia – Laos – Cambogia

Ore1202, treno da Orte per Fiumicino, parto per Bangkok, zaino nuovo, sacco a pelo piccolo, ipod, passaporto, bancoposta, un po’ di medicinali qualche vestito, le inseparabili Birkenstock, le scarpe le ho lasciate a casa, guida della Lonely, un paio di libri e dizionario di inglese.

Parto senza nessuna meta stabilità, anche perché ho fatto il biglietto on line ieri sera, ero indeciso fino all’ultimo tra Venezuela-Colombia e Indocina, poi il gusto di venire per la prima volta, là dove sorge il sole, nel mitico sol levante, è stato più forte e affascinante.

Ho in mente un paio di itinerari, ma molto vagamente perché non ho letto niente di questa regione, però ho la guida completa del sud est Asia, la famosa Southeast asia on a Shoestring, la prima guida scritta da Tony e Maureen Wheeler i fondatori della Lonely…in inglese….

Mi piacerebbe andare due settimane al mare, facendo un avventura tipo il film di Leonardo di Caprio “the Beach”, sarei tentato di andare dalla Thailandia alla Birmania, il mio sogno (che poi farò nel 2013) o andare tra Laos, Cambogia e Vietnam.

Ma è il sito di AngorWat in Cambogia che ha fatto pendere la bilancia della decisione su questa scelta, uno dei siti archeologi più magici e mistici al mondo.

E poi la Cambogia, la tragedia di Pol Pot e dei Khemer Rossi, il Vietnam e la sua guerra che ha distrutto una generazione di giovani Americani e Vietnamiti senza nessun motivo, il Laos, un paese fuori dai normali circuiti turistici con il suo alone di mistero misto tra monaci Buddisti, mine del retaggio della guerra e il suo territorio così aspro me intatto.

Ho deciso però, che saranno gli eventi e le persone che per caso incontrerò nel percorso a decidere la mia vacanza, completamente in balia degli eventi.

Mi piace riscoprire che il sole sorge, che in cielo c’è la luna e che il tempo non è solo quello scandito dagli orologi, i quali da molti anni non porto nemmeno in viaggio.

Racconto di viaggio

Informazioni