Home > Centro America > CENTROAMERICA 13° Dall’Honduras a Bocas del Toro

CENTROAMERICA 13° Dall’Honduras a Bocas del Toro

Dall’Honduras a Bocas del Toro

La mattina lascio La Esperanza, arrivo a Tegus dove prendo un Ticabus direttamente per Managua e me ne vado a trascorrere la sera a Granada.

centroamerica

Da lì, la mattina lascio questa nazione, piena di contrasti, quasi completamente disabitata, dove è ancora vivo il ricordo della rivoluzione del 79, come se fosse successa ieri e me ne torno per il Costa Rica, il paese più occidentale di tutti, la Svizzera dell’America centrale.

costarica

Il mio corpo è in viaggio, ma la mia testa è rimasta a La Esperanza.

Sul bus faccio conoscenza con una ragazza, Maria, che tra un discorso e l’altro m’invita a casa sua a Punta Arenas, per cenare e trascorrere la notte nella sua casa.

Scendiamo cosi un paio di ore prima di arrivare a San Jose e con un taxi andiamo al suo villaggio.

La casa è molto semplice, lei fa l’insegnante d’inglese a una scuola privata, è stata a Managua a trovare dei suoi amici e gli fa piacere ospitare un Italiano in giro da solo con un zainetto cosi piccolo.

Ad aspettarla a casa ci sono i due suoi figli, cosi ceniamo tutti insieme, mi appoggio sul divano e mi addormento come un sasso.

La mattina mi accompagna alla fermata del bus locale per San Jose e ci salutiamo.

E’ bello fare questi incontri solo per mezza giornata, senza nessun fine, solo per la voglia di conoscere da entrambe le parti una cultura diversa. L’autobus è strapieno di persone che fanno i pendolari e studenti che vanno alla capitale, come un normalissimo treno o autobus che la mattina vanno a Roma o a Milano.

Arrivo cosi alle otto a San Jose, prendo un Taxi per la stazione dei Bus per il Sud e vado a Sixaola.

sixaola

Attraverso il confine con il Panama come una lama di burro, sopra un ponticello pedonale con due guardie armate che dormono beatamente.

Arrivo a Guabito e prendo subito un taxi collettivo per Almirante, dove trovo una barca per Bocas.

In due giorni passo dalla guerra civile con morti e arresti a uno dei posti più casinari e sballati del mondo, famoso per le feste di fine estate degli americani, gli SPRING BREAK, dove le ragazze si buttano barili di birre addosso a seni nudi e i ragazzi si sballano con Marijuana e cocaina proveniente dalla Colombia.

bocas

HONDURAS 12° Cica - Copinh - Utopia
PANAMA 14° Spring Break a Bocas del Toro
You may also like
PANAMA 6° Da Bocas a San Jose, destinazione Tortuguero
HONDURAS 11° Il centro del Copinh
HONDURAS 10° Utopia, Hernesto e la Rivoluzione
HONDURAS 9° Arrivo a La Esperanza – Utopia

Leave a Reply