CUBA VIAGGIO – Racconto e informazioni del viaggio a Cuba nel 2011

CUBA VIAGGIO

CUBA VIAGGIO NEL 2011 DI ENRICO

Cuba, l’ultima roccaforte del Comunismo, un esperimento storico che oramai si regge in piedi da più di 50 anni, un Utopia e un sogno di un gruppetto di giovani rivoluzionari, che ancora non si sa se è stato un bene o è stato un danno.

Questa è la vera Cuba, molto di più del mare, delle spiagge Caraibiche e delle belle donne.

Se si pensa a Cuba vengono subito in mente due persone, due mostri sacri della storia mondiale: Fidel Castro, il Leader Maximo, che ha retto questo circo per 50 anni ed Ernesto Guevara de la Serna, il Che che in questa terra ha trovato l’immortalità.

Cuba è anche il paese di Camillo Cienfuegos e di quel motto “Aqui non si Rinde Ninguno….Fiii de puta”, da qui non si ritira nessuno….proprio come simbolo di un popolo che non si vuole arrendere Mai, nel bene e nel male.

Cuba, la patria dei Sigari, del Rum che fino agli anni ’60 era una “colonia degli Stati Uniti”  e che negli ultimi 50 ne è diventata come un suo incubo.

Cuba, che fino a quando erano gli Americani a comandare la sua economia si  reggeva, e male, solo grazie allo zucchero e ora è uno dei paesi al mondi con sanità e istruzione più avanzate e gratuite.

Un paese con la doppia economia, una per i turisti e una per il popolo, esempio originale in mondo sempre più uguale.

Un posto senza libertà di stampa, senza internet e con la censura più totale, un posto dove l’aria profuma ancora di rivoluzione e socialismo….anche se molto più per poco.

Solo la storia mi giudicherà diceva Fidel nella sua arringa finale durante il processo contro Battista la prima volta che fu arrestato prima di esiliare in Messico.

Aveva perfettamente ragione….. chi siamo noi per poterlo giudicare.