Top

Mescalina Backpacker

GENGA

Il nome di Genga è comunemente associato alle famose, in tutto il mondo, GROTTE DI FRASASSI.

Qualora passate da queste parti, potete fermarvi un’oretta anche in questo piccolo borgo arroccato in cima a un cucuzzolo, famoso anche come centro termale e riserva naturalistica.

Genga è un comune di 2000 abitanti in provincia di Ancona, nelle Marche, immerso nella natura.

Il borgo storico ha un antico castello medioevale, una chiesetta, qualche casa e una piazzetta.

 genga

Il tutto, finemente ristrutturato e valorizzato.

Proprio sull’unica piazzetta, dalla parte opposta da dove si entra, a 100 m, c’è un caratteristico localino, dove poter assaggiare, mangiare e comprare salumi, formaggi, conserve e vini freschi, genuini e perdi più locali.

 genga

Vicino alla stazione ferroviaria, a una decina di chilometri dal borgo c’è la frazione di San Vittore.

Qui ci sono le terme, molto frequentate sia come meta di vacanze di qualche giorno, sia come posto per trascorrere il pomeriggio.

Nel borgo troviamo anche l’ABBAZIA DI SAN VITTORE DELLE CHIUSE; chiesa romanica dell’anno mille e monumento storico più importante della zona.

P1060131

Costruita in pietra calcarea, con pianta a croce greca iscritta in un quadrato con 4 colonne al centro che la dividono in 9 campate.

Se la vedete in foto, può sembrare grande, invece è molto piccola ma deliziosa.

Accanto all’Abbazia si trova un interessante museo speleo-paleologico.

TRASPORTI

La stazione ferroviaria di Genga si trova sulla direttrice Ancona-Orte-Roma.

Arrivati alla stazione, a 500 m, c’è il parcheggio (enorme), la biglietteria e un servizio bus a spola per le grotte.

Se volete camminare, dal parcheggio c’è un percorso pedonale che vi farà arrivare prima a San Vittore (1 km), e poi alle grotte (un altro km).

Dalle grotte in poi finisce il percorso pedonale e per arrivare a Genga sono altri 7- 8 km.

Noi all’andata, di mattina, li abbiamo fatti a piedi, per il ritorno invece abbiamo preferito fare l’autostop. Se viaggiate in treno e non volete vedere solo le Grotte, vi consiglio di portarvi la bicicletta.

Dalla stazione, comunque dal lunedì al venerdì ci sono degli autobus locali per il borgo medioevale.

IL VENERDI D'ITALIA Jesi

post a comment