Top

Ha sempre pensato ai suoi viaggi come a momenti essenziali.

L’essenzialità infatti è una condizione per lasciare spazio al resto.

L’essenzialità del viaggio parte dallo zaino: 2 pantaloni, 2 magliette, 2 mutande.

Una meta, la sola prima notte prenotata e un’idea di cosa si vorrebbe vedere, vivere, senza però nessuno schema.

Puntata insolita questa di MescalinaBackpacker, oggi non intervisteremo una persona legata “lavorativamente” al mondo dei viaggi, ma una ragazza che ha fatto un classico viaggio “turistico” con i suoi 2 bambini che tra l’altro saranno protagonisti dell’intervista, in una meta insolita.

E’ oggi con noi Valeria Bernardi che ci racconterà il suo viaggio zaino in spalla in Madagascar con i suoi 2 figli.

Yuri di 7 anni e Tito di 4.

Valeria Bernardi

L’intervista di MescalinaBackpacker andrà in onda: Martedì dalle 17:00 con repliche il Giovedì alle 23:00 e il Venerdì alle 9:00

Se siete nella zona del centro Italia è possibile ascoltarci sia in FM su Radio Orte che sul canale digitale 777.

Ma ovunque vi troviate in Italia, in Europa o nel mondo basta collegarsi su www.radiorte.it

Sul sito e sulla pagina Mixcloud sarà possibile ascoltare tutti i podcast delle puntate.

PS Un ringraziamento particolare a Simone Brizio che ha curato tutta la parte audio e tecnica dell’intervista.

Valeria Bernardi

LE DOMANDE DI MESCALINABACKPACKER A VALERIA BERNARDI

  1. Puntata insolita questa di MescalinaBackpacker, oggi non intervisteremo una persona legata “lavorativamente” al mondo dei viaggi, ma una ragazza, Valeria, che ha fatto un classico viaggio “turistico” con i suoi 2 bambini che tra l’altro saranno protagonisti dell’intervista, in una meta insolita. Un viaggio organizzato da sola, senza alcun aiuto dalle agenzie e….basta non vi vogliamo svelare di più. Valeria, prima di iniziare, facci una una tua piccola presentazione, chi sei?
  2. Come è nata l’idea del viaggio in Madagascar e perché proprio quest’isola? Cosa ti aspettavi?
  3. Iniziamo il viaggio, raccontaci il prima, come ti sei organizzata, dove hai preso informazioni, chi ti ha aiutato, come hai fatto a prenotare l’aereo e cosa avevi prenotato?
  4. Passiamo al volo e al momento dell’arrivo, quali sono state le prime emozioni.
  5. Ora, spiegaci in linea di massima l’itinerario che avete fatto.
  6. La prima parte del del viaggio si è svolta on the road, nell’entroterra, tra parchi e animali. Cosa avete fatto di preciso?
  7. Questa domanda la voglio fare direttamente ai tuoi figli, Ciao Tito, ciao Juri. La Seconda parte l’avete passata al mare. Dove, come avete passato il tempo e come vi siete trovati?

  8. Gli ultimi giorni ….Tana…la capitale.
  9. Cosa è stato il viaggio in Madagascar per te? Cosa è che ti è rimasto più impresso?
  10. E cosa è stato il viaggio in Madagascar per i voi ragazzi – Tito e Juri?Valeria Bernardi
  11. Avevi paura – timori prima di partire e se hai avuto problemi durate il viaggio? Raccontaci qualche piccola disavventura?
  12. Altra domanda per Juri e Tito,Il Madagascar è anche e soprattutto il viaggio perfetto alla scoperta della natura. Ce ne è davvero tanta?
  13. Dove dormivate, come vi spostavate, cosa mangiavate di solito?
  14. Lo consiglieresti? E perché andare in Madagascar? Ne è valsa la pena fare un viaggio del genere?
  15. Ci parli del tuo zaino, quali sono gli oggetti che dobbiamo aver secondo te per forza quando si va in Madagascar? E lo zaino dei tuoi figli?
  16. Ci dai qualche consiglio utile che fino ad ora non ci hai detto per un viaggio in Madagascar?
  17. Cosa hanno imparato i tuoi figli da questo viaggio secondo te Valeria? E cosa avete imparato invece voi ragazzi da questo viaggio?

  18. Saluti finali

MescalinaBackpacker intervista Il Mondo Capovolto
0

post a comment