Top

Mescalina Backpacker

Narni, è il classico borgo medioevale umbro che secondo recenti studi è il centro geografico dell’Italia.

20.000 abitanti, è situato in provincia di Terni, nell’ultimo tratto della Valnerina.

Abitata già nel Paleolitico, le sue origini risalgono al 1000 a.C. quando gli Osco-Umbri crearono il loro insediamento chiamandolo Nequinum.

Solo nel 300 a.c. quando si stabilirono i romani che, Nequium divenne Narnia e la città iniziò un importante processo di sviluppo economico. 

Credits foto: Luca Tramini

Colonia romana ma sopratutto centro strategico e nevralgico lungo la via Flaminia.

Ma è il Medioevo il periodo più importante per la città con uno sviluppo urbanistico, architettonico, artistico e storico che possiamo vedere anche oggi.

Il centro storico è un susseguirsi di piazze e piazzette, vicoli e scalinate, chiese, palazzi storici e mura.

Cuore della città è senza dubbio la Piazza medievale dei Priori.

Qui si trovano:

  • Palazzo Sacripante, oggi sede universitaria
  • Palazzo dei Priori, uno dei monumenti più caratteristi di Narni, oggi palazzo comunale costruito nel 1273 con la torre civica, la loggia del Gattapone e affreschi rinascimentali 
  • Palazzo del Podestà, del XIII secolo in cui è conservata una mummia egizia e un affresco attribuito al Torresani

Credits foto: Luca Tramini

Tra i monumenti da non perdere nel centro storico di Narni ci sono: 

  • Chiesa di San Domenico, del XII secolo, al suo interno c’è la cappella del Rosario e una volta affrescata da artisti fiamminghi del ‘400
  • Chiesa di Sant’Agostino, con la cappella di San Sebastiano decorata dal Torresani

    Credits foto: Luca Tramini

  • Narni Sotterranea, da fare con una visita guidata in cui è possibile vedere una cripta del XII secolo, l’abside di quella che un tempo era la cattedrale della città, l’acquedotto della Narnia romana e la stanza dei Tormenti
  • Porta delle Arvolte, costruita alla fine del 1400 con l’arco e gli stipiti di pietra a bugnato, torrioni, feritoie e bocche di fuoco
  • Piazza Garibaldi, con la fontana poligonale in mattoni e una vasca in bronzo del Trecento che fa presagire un’antica cisterna medievale 
  • Museo di Palazzo Eroli, il museo della città in cui sono le maggiori opere pittoriche, scultoree e archeologiche della zona
  • Cattedrale di San Giovenale, per molti considerato uno dei monumenti più importanti dell’Umbria. Una chiesa romanica a croce latina co 3 navate, è stata edificata nel luogo in cui leggende narrano sia stato sepolto il primo vescovo di Narni, Giovenale
Narni

Credits foto: Luca Tramini

Fuori al Centro Storico, assolutamente da non perdere:

  • Rocca Albornoz, recentemente restaurata, è la classica fortezza militare medievale del ‘300 che fu prima residenza di papi e cardinali e poi si trasformò in carcere. A pianta quadrangolare, con mura, torri, cortili,  portali e scalinate
  • Castello di San Girolamo, ex convento francescano, ad oggi rimane solo la chiesa e la base del campanile
  • Ponte romano d’Augusto, costruito nel 27 a.C, lungo quasi 130 metri ed alto 30, purtroppo caduto in rovina nel 1855
  • Lo Speco di S. Francesco, con interessanti affreschi dei sec. XIV e XV
  • Abbazia benedettina di San Cassiano, un monastero fortificato da cui si ha una vista unica. La sua funzione infatti era quella di controllare tutta la zona durante le guerre gotiche

Per noi il periodo migliore per visitare Narni è Maggio, durante “La Corsa all’anello”, la festa principale della città.

Si ringrazia Lorenzo Raffanelli per la splendida foto della copertina!!!!

GOLE DEL NERA - La pista pedonale lungo il fiume Nera
0

post a comment