Home > Marocco Racconto > MAROCCO 13° Da Marrakesh a Ouarzazate – G°16

MAROCCO 13° Da Marrakesh a Ouarzazate – G°16

OUARZAZATE

Giorno 16°

Ci svegliamo, abbondante colazione e ci dirigiamo a piedi verso la stazione dei bus da dove ne prendiamo uno per Ouarzazate a 3€ a testa.

Percorriamo i 200 km di strada in 5 ore attraversando paesaggi lunari, ampie colline scoscese e aride, città senza elettricità, strade a precipizio senza guardrail, attraverso la Valle dl Dadès con il passo di Tizi N’Tichka. con un autista che è un pazzo scatenato.

Credits Emanuele Margiotti

Credits Emanuele Margiotti

Arriviamo nella città verso le 14 del pomeriggio, troviamo al volo un hotel dove stare per la notte, Hotel Babà a 5€ a camera e ci mettiamo subito alla ricerca di un agenzia per fare un escursione nel deserto.

Di agenzie ce ne sono tante, c’è solo l’imbarazzo della scelta, tante proposte, tante scelte e opzioni diverse purtroppo i preventivi della maggior parte superano abbondantemente il nostro budget.

Alla fine, quando avevamo perso ogni speranza, come per magia, troviamo ciò che fa per noi.

Un agenzia, di cui non ricordo il nome ci offre un “pacchetto” di 2 giorni e 1 notte per 2 persone, con 2 dromedari nel deserto del Sahara, al costo di 30€, acqua e cibo incluso.

Accettiamo all’istante, paghiamo (fidandoci) e ci dicono di presentarci l’indomani nella loro agenzia a Zagora, distante 160 km prima di mezzogiorno.

Zagora è l’ultimo avamposto prima del deserto e la raggiungeremo con un Taxi collettivo la mattina dopo.

Concludiamo l’accordo con una buona tazza di te ce ne andiamo a fare un giro per la città.

Ouarzazate, 60.000 abitanti, situata a 1160 metri s.l.m., una città relativamente moderna, resa famosa dai Francesi negli anni ’20.

Credits Moto on the road

Credits Moto on the road

Una città strategica, incastrata tra deserto, gole, montagne, in mezzo all’alto Atlante.

Una vecchia città Caravanserraglio in cui ora sono rimasti solo palazzi moderni osceni ed è diventata famosa grazie ai suoi “studios” occidentali che ne hanno fatto uno dei set preferiti di molti film.

Da vedere, a livello turistico c’è poco, da non perdere è l’untica Kasbah di Taourit e una delle poche chiese cristiane.

La città è per lo più usata come passaggio tra l’entroterra e il deserto, qui ci sono la maggior parte delle agenzie che organizzano percorsi e tour di qualsiasi tipo.

Credits delle foto: Emanuele Margiotti e Moto on the Road

MAROCCO 12° Notte a Marrakesh prima di partire per il deserto - G°15
MAROCCO 14° Zagora "La Porta del deserto" - G°17
You may also like
MAROCCO 26° Fine del viaggio in Marocco Backpacker – G°31-32-33-34-35
MAROCCO Perché? Il perché del mio viaggio in Marocco
MAROCCO Cosa vedere – Cosa vedere in Marocco
MAROCCO Zaino – Cosa ho portato nello zaino per il viaggio in Marocco

Leave a Reply