Top

SITO/PARCO ARCHEOLOGICO DI NEA PAPHOS

Il sito archeologico di Paphos è uno dei più vasti, meglio conservati e ricchi della storia antica mediterranea.

E’ il sito che ha fatto della città la capitale Europea della cultura nel 2017.

Retaggio di quando sotto i Romani era non solo capitale dell’isola ma una delle città più importanti del Mediterraneo.

Paphos

Situato a ovest nella parte bassa, tra il mare e la città alta.

Era l’antica città, tutta circondata da massicce mura, caratterizzata da siti e monumenti che vanno dalla preistoria al medioevo.

La collezione di mosaici, con storie della mitologia Greca che decoravano le lussuose ville, sono dei must assoluti di tutta l’arte romana.

Ma si possono trovare anche colonne greche e rovine ottomane.

Paphos

Paphos

In totale ci sono 4 ville adorne di mosaici ben conservati:

  • Casa di Dionisio, il dio del vino
  • Villa di Teseo, l’eroe che lotto contro il Minotauro
  • Casa di Aion
  • Palazzo del Governatore, adibito da splendidi mosaici

I due mosaici più famosi sono:

  • mosaico di Teseo nel labirinto
  • mosaico di Scilla e Cariddi, uno dei mosaici ellenistici più antichi che raffigura il mostro Scilla (donna/pesce/cane)

Nel 1962 fu rinvenuto un pavimento di una villa Patrizia del III secolo tra i più raffinati nel Mediterraneo.

Paphos

E’ possibile vedere anche:

  • Resti dell’Agorà
  • Esklipieion
  • Teatro semicircolare – Odeon
  • Fortezza medievale di Saranta Kolones
  • Rovine di Limeniotissa (basilica romana)

L’ingresso costa circa 4€.

TOMBE DEI RE

È la 2º attrattiva più importante e visitata della città, una necropoli del periodo ellenico/romano.

Una città sotterranea, una specie di labirinto egizio.

Ad oggi sono state riportate alla luce 7 tombe.

Sono situate in una zona semi-desertica attaccata al mare.

La numero 3 è la più impressionante e ammirata.

La loro unicità viene dal fatto che sono delle opere greche ma la loro architettura è influenzata da quella Egiziana.

Paphos

Infatti il luogo di sepoltura assomiglia alle case dei vivi, esempio rarissimo nella cultura Greca.

La catacombe di Aghia Salamoni è assolutamente da vedere.

L’ingresso si riconosce da un albero pieno di fazzoletti annodati sui rami, ringraziamenti della gente del posto.

Sotto ci sono dei lumini che rappresentano delle icone bizantine.

CHIESA PANAGIA CHRYSOPOLITISSA

Un sito archeologico assolutamente da non perdere.

Una basilica paleocristiana con magnifiche colonne di marmo e mosaici.

Sul lato ovest c’è la colonna di San Paolo.

Leggenda narra che qui vi fosse legato San Paolo per essere torturato.

Ma dopo 39 frustate non fu lui a cadere ma il suo aguzzino che si convertì al cristianesimo.

La più grande chiesa Cristiana della nazione.

Ricordiamoci che Cipro è stato il primo paese al mondo ad essere stato governato da un Cristiano.

ALTRE COSE DA VEDERE A PAPHOS

  • Chiesa Bizantina di Agia Paraskevi
  • Museo ecclesiastico
  • Museo Grivas
  • Monastero Ayios Neofytos
PAFOS - La città di Afrodite tra le più belle del Mediterraneo
CIPRO 4° Racconto dei 4 giorni trascorsi a Pafo - G°3,4,5
0

post a comment