Top

Mescalina Backpacker

Singapore libri

Singapore libri vi guida alla scoperta di questa straordinaria metropoli asiatica attraverso guide turistiche e una selezione di romanzi per tutti i gusti, dalle storie d’amore al libro di viaggio, dal giallo alla fotografia.

AAVV, Singapore. ediz. inglese, ed Phaidon. Pubblicata nella collana “wallpaper city guides” in un comodo formato tascabile, questa guida offre tutte le informazioni indispensabili al visitatore e in più suggerisce itinerari originali e insoliti. Include mappe e fotografie aeree e presenta alcune pagine bianche per appuntare scoperte personali ed eventuali consigli. Ogni sezione è evidenziata con colori diversi per agevolare la ricerca delle informazioni.

AAVV, Singapore. Con cartina., ed. EDT Lonely Planet. Una guida suddivisa in 4 sezioni facili da consultare: pianificare il viaggio, tutti gli strumenti necessari, foto, itinerari, informazioni e consigli per organizzare un viaggio perfetto, il meglio della città, recensioni approfondite e consigli della gente del posto, conoscere il contesto per capire la città.

YENG Pway Ngon, l’Atelier, ed. Metropoli d’Asia.
Una vecchia villa in stile occidentale a Singapore, trasformata in atelier, è il fulcro da cui si dipanano le storie dei pittori che la frequentano, in particolare del gruppo del maestro Yan Pei e dei suoi allievi. Yeng Pway Ngon ci racconta le vicende dei vari personaggi alla fine degli anni ’70, per poi farceli ritrovare vent’anni dopo e tirare le fila delle loro vite ricche di avvenimenti. Yeng Pway Ngon è scrittore, poeta e drammaturgo e ha animato diverse riviste letterarie e culturali di Singapore.

Tiziano Terzani, Un indovino mi disse, TEA

Tiziano Terzani, Un indovino mi disse, TEA

TERZANI Tiziano, Un indovino mi disse, TEA. In un capitolo del romanzo, Terzani racconta il processo di occidentalizzazione di Singapore avvenuto durante la dittatura di Lee Kuan Yen, che la rese talmente occidentale da farle perdere parte della sua reale personalità. Nel ritornare dopo vari anni Terzani la descrive, infatti, come una città dominata dal materialismo dove:”… l’aria condizionata sembrava essere l’unica aria che Singapore riuscisse a respirare..”.

BARBER Noel, Tanamera, ed. Rizzoli. Tanamera è il nome della terra rossa, del suolo fertile della Malesia, che ha prodotto le ricchezze della potente famiglia cinese Song e l’impero finanziario della famiglia inglese Dexter. Le due famiglie sono nemiche, ma l’ironia del destino vuole che Julie Song e John Dexter si amino. Saranno travolti dalla violenza della seconda guerra mondiale e dall’invasione giapponese che porterà dolori e profondi cambiamenti nella ricca città coloniale. Per le amanti dei romanzi d’amore e d’avventura, un interessante dipinto della storia di Singapore.

KOOHLAAS Rem, Singapore songlines Ritratto di una metropoli Potemkin … o trent’anni di tabula rasa ed. Quodlibet. Un libro che è anche un catalogo fotografico, un ritratto autentico dell’evoluzione di Singapore. La trasformazione dell’isola da malconcio residuato postcoloniale in sfavillante laboratorio per le più audaci sperimentazioni della vita associata, architettonico/urbanistiche, ma anche politico/sociali e giuridiche.

THAM Claire, Ragazza del karaoke, ed. Metropoli d’Asia
Per gli amanti del giallo, un romanzo dall’intreccio ben costruito, interamente ambientato a Singapore. Una bellissima ragazza cinese, Ling, viene trovata annegata nella piscina di una villa in un complesso residenziale esclusivo di Singapore, l’Inlet. Il vicecommissario Cheung Fai, chiamato a indagare sul caso, concentra i suoi sospetti su Jasper Gan, playboy viziato e trader reduce da una pesante bancarotta. Sullo sfondo di una Singapore ricca e patinata, vittima di una spropositata crescita economica, vengono ricostruite le vite dei protagonisti; le loro storie si intrecciano e rivelano legami che a prima vista nessuno poteva sospettare.

MALESIA Kuala Lumpur Trasporti - Come muoversi a Kuala Lumpur
MALESIA Libri - Consigli di lettura prima di partire

Stefania Cima. Nata e cresciuta nella "Milano da bere", ha sempre avuto uno spirito curioso e indagatore. Distruggere Barbie era la sua passione. Da piccola frugava nella libreria di papà, da adolescente ha iniziato a cibarsi nelle biblioteche. Nostalgica della musica anni Ottanta e dei milk shake di Burghy, ama canticchiare a bordo della sua minuscola Titti, un'adorabile utilitaria rosso Ferrari. Dopo una laurea in Scienze della Comunicazione conseguita ai piedi della Mole, si è trasferita nella più calorosa e calorica Roma, dove ha lavorato alcuni anni nel settore della pubblicità. Stregata dai profumi delle rosticcerie e dal fascino antico delle passeggiate romane ci ha vissuto per otto anni prima di scoprire gli incantevoli borghi della Tuscia e iniziare cinque anni fa la sua avventura di libraia.

post a comment