Home > Luoghi da vedere > SUDAFRICA Kruger Park alla ricerca del Big Five

SUDAFRICA Kruger Park alla ricerca del Big Five

Alla ricerca dei Big Five al Kruger Park

Alla ricerca dei Big Five al Kruger Park

Alla ricerca dei Big Five al Kruger Park

Il Kruger Park è uno dei santuari mondiali degli animali, uno di quei posti in cui l’uomo è inerme di fronte alla forza nuda e cruda della natura primordiale e selvaggia, incontaminata e vergine.

Il Kruger è uno dei parchi più grandi, importanti e famosi di tutto il mondo sia come protezione che come ripopolamento degli animali nel loro stato di libertà.

Da solo merita il viaggio in SudAfrica.

Il Kruger è la dimora dei Big Five: Elefanti, Bufali, Rinoceronti, Leoni e Ippopotami.

Inoltre ci vivono leopardi, giraffe, zebre, coccodrilli, antilopi e altre centinaia di animali e uccelli, con dei paesaggi, biosfere e habitat che abbiamo visto centinaia di volte in tv e che qui tocchiamo con le nostre mani e vediamo con i nostri occhi.

E’ un parco nazionale Sud Africano di 20.000 km², lungo 350 e largo circa 67 km.

Alla ricerca dei Big Five al Kruger Park

Alla ricerca dei Big Five al Kruger Park

Confinando con Zimbabwe a nord e Mozambico a est, il perimetro del parco SudAfricano è una L in cui ci sono 9 Gate-Ingressi per accedere al Kruger.

All’interno dislocati ci sono 14 Rest-Camp, simili ai nostri classici campeggi, con ristoranti, bungalow e negozi.

I campeggi sono tutti collegati da qualche strada asfaltata e sterrata.

Impossibile sbagliarsi perché le strade sono poche e ad ogni bivio c’è un indicazione con il nome delle strada che si sta percorrendo, le distanze e le direzioni verso i campi.

Oltre a Rest-Camp ci sono anche delle aeree di sosta, dove si può scendere e mangiare al sacco o al barbecue.

Questa è la particolarità e la figata di questo parco.

Alla ricerca dei Big Five al Kruger Park

Alla ricerca dei Big Five al Kruger Park

Il Kruger è uno dei quei pochi parchi al mondo dove puoi girare per tutto il tempo che vuoi, in completa autonomia con la tua macchina tra le sue strade interne, fermandoti ma non scendendo, quando e dove vuoi per ammirare anche a pochi metri tutti gli animali che incontrate.

Rispettando ovviamente tutti gli orari e le regole previste.

E mentre guidi vedi un Elefante e ti fermi, dopo un po’ un leone e poi due giraffe e poi decine di impala e ti fermi e ti rifermi centinaia di volte scattando foto in continuazione.

E quando stai fermo a dieci metri da un elefante gigante o da una giraffa alta 4 metri, il cuore ti va a mille, all’inizio pensi che non sia vero e che stai vedendo qualche documentario che ha visto da quando eri piccolo.

Invece è realtà.

Ti viene istintivo aprire lo sportello e scendere e correre insieme a loro.

MA NON SI PUÓ E NON LO SI DEVE FARE.

Qui non è la televisione, qui stiamo nel loro regno e una piccolissima cazzata ti può costare la vita.

PERU Machu Picchu - La città segreta degli Inca
SRI LANKA Anuradhapura - La città santa dello Sri Lanka
You may also like
ETIOPIA Lalibela – La Gerusalemme della chiesa Ortodossa Copta

Leave a Reply