Home > Valle d'Aosta > COURMAYEUR – La perla delle Alpi occidentali

COURMAYEUR – La perla delle Alpi occidentali

COURMAYEUR

Courmayeur vista dall'alto

Courmayeur vista dall’alto

Courmayeur è una città di 2800 abitanti, situata nell’alta Valdigne in Valle D’Aosta al confine tra Francia e Svizzera.

Un paese idilliaco ai piedi del monte Bianco, In una conca verdeggiante di abeti e larici, montagne e ghiacciai.

L’ultimo paese prima del confine Francese, con Chamonix proprio dall’altra parte è famosa soprattutto per ospitare all’interno del suo territorio la montagna più alta d’Europa, il leggendario Monte Bianco.

Attraversata dal fiume Dora Baltea, (che attraversa tutta la Valle D’Aosta)che si forma proprio qui da due ruscelli, ognuno dei quali attraversa le valli Feret e Veny è la più antica stazione alpina della Valle d’Aosta.

Dimitri prima di affrontare il Monte Bianco

Dimitri prima di affrontare il Monte Bianco

Chiamata “La perla delle alpi occidentali”, è la capitale storica dell’alpinismo italiano, qui venne fondata la prima società italiana di guide alpine ed è qui che è nato il primo impianto di risalita mondiale a fune nel 1906 che collegava La Palud e Helbronner.

Courmayer è una delle mecche preferite per i praticanti degli sport outdoor come arrampicate, ferrate, trekking, sci e snowboard.

Una città internazionale, elegante, esclusiva, mondana e ricca ma allo stesso tempo con un atmosfera autenticità e tradizione nel più classico stile alpino.

Tradizione e autenticità che sono rimaste immutate anche nelle frazioni di montagne situate nelle valli adiacenti.

Centro turistico per eccellenza del Valdostano sia in inverno che in estate, richiama per lo più un turismo ricco e ricercato.

COSA VEDERE A COURMAYER

La via centrale è Via Roma in cui ci sono la maggior parte dei negozi, bar e ristoranti.

Chiesa San Pantaleone
Piazza intitolata concittadino Joseph Marie Henry
Santuario Notre Dame de Guerson
Castello di Courmayeur
Museo alpino duca degli Abruzzi
Santuario di notre dame de Guerison
Terme acque solforose
Traforo Monte Bianco, lungo 12.000 metri che collega Italia e Francia

DOVE MANGIARE

Caffe de Guides: locale sulla via principale, sempre pieno, piatti veloci, più pub che ristorante

Petit Bristot: location piccola e intima, buone le crepes, abbastanza turistico

 

Leave a Reply