Top

DROGHEDA

Alle 15:40 arriviamo puntali con il treno a Drogheda.

Volevamo vedere una città non turistica e autentica, fuori dai classici circuiti turistici.

Allo stesso tempo collegata con il treno sulla dorsale Belfast – Dublino e vicina all’aeroporto.

A piedi raggiungiamo l’ostello Spoon and Star, distante 500 metri dalla stazione.

60€ a notte per una camera doppia, bagno privato e colazione compresa.

Lasciamo i bagagli al volo e usciamo subito.

Drogheda, 40.000 abitanti, letteralmente significa “Ponte del guado”, è situata tra 2 colline, tra le contee di Louth e Mealth ed è divisa in 2 dal fiume Boyle.

Abitata fin dall’era preistorica le cui testimonianze sono evidenti nella vicina Newgrange, un tumulo funerario del 3200 a.c..

Importante anche per l’impero Romano che fece di Drogheda una delle città più importanti dell’isola.

Oggi, come detto, è la classica città Irlandese, una città industriale e portuale distante 56 km da Dublino, con cui c’è un forte pendolarismo.

Una città con molti centri commerciali, una via principale ristrutturata nel 2000 e resa pedonale, negozi di carne, pub autentici, case english-style e chiese.

La più importante è la Cattedrale romana di S.Pietro a Drogheda.

Noi ce ne andiamo a fare una lunga e piacevole passeggiata tra il suo centro, in giro c’è molta gente ma nessun turista.

Ci fermiamo a bere un paio di birre al The Railway Tavern, il miglior pub in cui siamo stati in tutto il viaggio e andiamo a cena al “The Mariner” (ma solo perchè non avevamo molto scelta).

Prima di tornare a dormire ritorniamo un oretta al pub “The Railway Tavern” a bere qualche ottimo whisky.

DUBLINO Cosa vedere e cosa fare
IRLANDA 10° Ultimo giorno del viaggio in Irlanda con i bambini - G°7
0

post a comment