Home > Luoghi da vedere > GIORDANIA Petra – Il Gioiello Nabateo che stregò Lawrence d’Arabia

GIORDANIA Petra – Il Gioiello Nabateo che stregò Lawrence d’Arabia

GIORDANIA PETRA

Giordania Petra

Giordania Petra

Petra, in Greco roccia, Patrimonio mondiale dell’Unesco, uno dei siti archeologici più famosi, conosciuti, visitati ed enigmatici del mondo.

Definito bello di giorno e affascinante di notte, che ha conquistato al primo sguardo anche Lawrence d’Arabia.

Un gioiello Nabateo, che già i Romani avevano elencato come una delle 7 Meraviglie del mondo antico, tappa obbligatoria di tutte le carovane che in quei secoli andavano dall’Europa all’Asia.

La via dell’incenso, il tracciato carovaniero tra lo Yemen, l’Arabia Saudita, Petra, Damasco, Gaza e Roma, dove vi arrivavano spezie, seta, incenso, profumi che poi finivano fino all’India e alla Cina.

Un esempio unico e raro di sincretismo religioso dove vi convivevano pacificamente Arabi, Greci, Egizi, Siriani e Romani.

Città Endomita, abitata dal X° secolo a.c., ieri come oggi dalle Tribù Beduine, abbandonata del VIII° secolo, riscoperta solo nel 1811 dall’esploratore Svizzero Burckhardt, che si spacciò per un Arabo, pur di farsi portare in uno dei posti che erano custoditi come il più raro dei segreti.

Giordania Petra - Little Petra

Giordania Petra – Little Petra

Per mille anni, la città fu fiorente e prospera, la valle era una oasi quasi paradisiaca con campi di orzo, grano, alberi da frutto, allevamento, vigneti, con il vino che sotto i Romani scorreva a fiumi, impianti agricoli a terrazzamento e dighe.

Il monumento più importante e conosciuto è il Tesoro del Faraone, uno dei monumenti più conosciuti al mondo, la cui funzione originale è ancora tutta da decifrare anche se si pensa che sia il Mausoleo di Re Areta IV.

Giordania Petra

Giordania Petra

Una facciata alta 40 metri, incisa nella roccia, famosa anche per i film di Indiana Jones e di Transformers, con un purpurì di colori naturali e di luce che penetra quasi accarezzandolo.

Io pensavo che Petra era questa, invece no, c’è un mondo oltre il Tesoro, a destra inizia una gola e inizia un mondo che proprio non pensavo di trovare.

Strutture e stili diffrenti, Nabatei, Romani, Arabi, Egizi, Ellenici e Persiani, con un totale di più di 1000 monumenti.

Un sito unico, misterioso, fatato, dove a parte i migliaia di turisti che vengono solo per una piccola escursione è patria indiscussa del vento, del silenzio e delle migliaia di sfumature di colori che cambiano ogni ora, dal giallo al rosso, dal marrone al viola, dal bianco al verde, dal rosa al lilla.

CILE PATAGONIA - Un’ammaliatrice che lancia il suo incantesimo

Leave a Reply