Top

Mescalina Backpacker

HEBRON E HERODIUM

Giorno 18

E cosi sono in Palestina, prima tappa Herodion o Herodium.

herodium

Una collina a forma di tronco di cono, alta 760 metri, distante 12 km da Gerusalemme, sulla cui cima, Erode il Grande, fece costruire un maestoso palazzo e fortezza.

Oggi resta ben poco, solo molti resti ma un tempo era la costruzione più imponente della Giudea con mura, la tomba di Erode, fortificazioni, terme, cisterne sotterranee ed ambienti vari.

herodium palestina
 
Seconda tappa Hebron.

Fondata 5.000 anni fa, dista 30 km da Gerusalemme, la città in cui 700 Coloni Ebrei Ultraortodossi tengono in scacco 200.000 Palestinesi con l’appoggio dell’esercito Israeliano, una delle 4 città sacre della Terra di Israele.

La città vecchia è un dedalo di vecchie e strette vie con case di pietra e vecchi mercati, è la zona del Suq Arabo,

hebron palestina

La città è importante perché nel I a.c., fu costruita da Erode nella Grotta dei Patriarchi, un gigantesco edificio che é la costruzione Ebraica più antica e la seconda di importanza, trasformata in Chiesa da Giustiniano e successivamente nel ‘600 da Moschea dai Mussulmani, la Moschea di Abramo, dove secondo la tradizione Cristiana-Mussulmana-Ebraica, vi sono sepolti Abramo, Sara, Isacco, Rebecca e Lia.

Un edificio sacro a tutte e tre le religioni, i Patriarchi infatti sono per tutte e tre gli stessi.

hebron

Il posto, che per centinaia di anni è stato uno dei luoghi di culto Islamici, e da qualche decennio è stato occupato, con la forza e violenza dagli Ebrei, che è stato uno dei motivi dell’Intifada del 1990, è un bunker recintato da filo spinato e protetto da carri armati e decine di militari super attrezzati.

Si respira tensione, paura, anche se io me ne vado in giro senza problemi, da solo, ma si nota molto la difficile convivenza tra Arabi ed Ebrei, Hebron è esempio chiaro ed evidente che la civiltà Israeliana, non solo pensa e vuole fare quello che vuole, ma che anche lo può e lo fa senza problemi e il loro sogno di “bruciare la coscienza dei Palestinesi”, con qualunque mezzo, si è quasi ormai avverato.

I civili Palestinesi, “tutti terroristi”, sono sottoposti a regimi di permessi e controlli”, con recinzioni, occupazioni e divieti, gli Ebrei non vogliono la convivenza ma solo l’annientamento.

hebron moschea

Nel pomeriggio torno a Gerusalemme, la giornata è ancora lunga e così me ne vado in giro per la città.

MEDIO ORIENTE 21° Finalmente la Palestina - G°18
MEDIO ORIENTE 23° Betlemme - G°19

post a comment