Top

Mescalina Backpacker

ARRIVO A MAHE

Giorno 1°

Partiamo da Roma con volo Emirates A380 doppio piano alle 1525 e dopo uno scalo a Dubai arriviamo a destinazione alle ore 625.

Siamo alle Seychelles, in mezzo all’Oceano Indiano, 2000 km lontani dalle coste Africane e dalle isole del Madagascar, Mauritius e Maldive.

L’Aeroporto di Mahe è piccolo piccolo, sulla pista c’è solo un altro aereo della SriLankan e un paio più piccoli ad elica, scendiamo e a piedi, in un clima esotico tipo Hawaii, entriano nella Hall.

Ci mettiamo subito in fila per il controllo documenti, il Visto si fa direttamente qui, consegniamo il classico foglio con le generalità e siccome sotto al nome dell’hotel dove trascorreremo la prima notte non ci avevamo messo niente il poliziotto dice che non ci può far passare.

Non si può entrare alle Seychelles senza la prenotazione, almeno per la prima notte, cosi chiamano il responsabile che dopo averci prenotato, lui stesso, via telefono una guest house a La Digue ci lascia passare.

Non abbiamo bisogno di recuperare gli zaino, in quanto come sempre sono con noi e usciamo in un secondo all’aeroporto non prima di aver prelevato qualche soldo dall’Atm.

Siamo pronti per scoprire se realmente le Seychelles sono come ritengono molti quel paradiso di rara bellezza dove leggende narrano ci siano stati i giardini dell’Eden di Adamo e Eva.

J.Cousteau, uno che di mare un po’ ci capisce un po’, ha definito le Seychelles il gruppo di isole più belle al mondo.

Un gioiello aperto al turismo solo 30 anni fa, un turismo non di massa che per 25 anni è stato solo extra lusso, con soggiorni che partono da 500€ al giorno, con molte isole proprietà quasi privata di re, regine, sceicchi e miliardari, con rarissimi backpacker, che non sono ben voluti dalle lobby del resort.

Un turismo che però sta cambiando e noi siamo qui per scoprire se è vero.

Noi dobbiamo arrivare al porto di Victoria e abbiamo due possibilità, il taxi, ma spendere 30-40€ non ci va proprio e il bus la cui fermata sta proprio sull’unica strada principale davanti all’ingresso dell’aeroporto di Mahe.

bus-seychelles

Nemmeno 5 minuti e passa uno, saliamo, facciamo il biglietto a bordo per 0,20€, in 30 minuti arriviamo a Victoria, scendiamo in una fermata consigliata dall’autista e dopo 500 metri a piedi arriviamo al porto.

Qui facciamo tranquillamente i biglietti al costo di 50€ per il catamarano della CatCocos delle ore 1030 per Praslin da cui alle 1145 prendiamo un altro catamarano della CatRose, facendo il biglietto prima di salire per 15€, per La Digue dove arriviamo verso le 12, accolti da una bellissima manta che nuota indisturbata da parte al traghetto.

Come sapevamo non ce n’è uno diretto da Mahe a La Digue.

Gia dal porto si ha una sensazione strana, come se non fosse un luogo turistico, un piccolo paradiso di pace e relax coperto da una vegetazione tropicale ed esotica, circondato da acque di tutte le sfumature e come sfondo un cielo pazzesco.

porto-victoria

Per vedere gli orari dei traghetti da e per Mahe, Praslin e LaDigue vai sul nostro link Come muoversi alle Seychelles in traghetto

SEYCHELLES 1° Partenza per le Seychelles Zaino in Spalla - G°1
SEYCHELLES 3° La Digue Informazioni - Tutte le info necessarie

post a comment