MESSICO STORIA

La Storia del Messico è una storia complicata,una storia che ha un passato glorioso ed immortale e un presente travagliato e funestato da corruzione e lotte tra “poveri” ma con un popolo che ama vivere e ama la vita.

Tutto ebbe inizio 30.000 anni fa quando i primi abitanti Asiatici attraversarono lo stretto di Bering e si insederiarono in questi territori dove nel 9.000 a.c. iniziarono i primi cenni di agricoltura e nel 2.500 a.c. le prime civiltà, le civiltà precolombiane, l’epoca Preispanica, caratterizzata da città stato a stampo feudale, dalla diversità di culto ma da sopratutto da civiltà avanzate, molto avanzate, anche per molti nostri canoni.

tulum messico

Le popolazioni più importanti furono:

– OLMECHI, 1200a.c.- 500a.c., la prima vera popolazione, il punto di riferimento e di influenza di tutti i popoli MesoAmericani.
Ancora poco conosciuti e molto misteriosi hanno inventato scrittuta, calendari e rituali religiosi tra cui il Culto del Giaguaro

– TEOTIHUACAN, 100a.c. – 650a.c., la più grande città stato precolombiana

– ZAPOTECHI, 200d.c. – 700d.c., fondarono nella zona di Oaxaca le prime città stato Teocratiche

– MAYA, 1500a.c. – 300d.c., una delle civiltà più evolute di tutto il mondo e di tutte le epoche
Per approfondimenti leggere il post Maya

– TOLTECHI, 1000d.c. – 1200d.c., i primi che iniziarono l’era dei sacrifici umani

– ATZECHI, 1200d.c. – 1500d.c., anche se solo per 300 anni, è stata insieme ai Maya e agli Inca una delle 3 civiltà più maestose e potenti di tutte le Americhe. La sua capitale Città del Messico era all’epoca già una metropoli che poteva competere con le capitali Europee di que periodo.

Molti storici sostengono che il Messico fu esplorato già nel V secolo d.c. dai monaci Cinesi, teoria sostenuta dall’influenza Buddista in molti templi.

Nel 1517 arriva Colombo, arrivano gli Spagnoli ma sopratutto Cortes, il Cattolicesimo e i Missionari e tutto cambiò per sempre.

messico storia

All’inizio l’imperatore Montezuma credendo nella profezia di Quetzalcolatl accoglie pacificamente i Conquistadores anche perchè gli Spagnoli credevano di essere in un paese selvaggio, incivile e senza risorse.

Ma ben presto Cortes comprende che si trova davanti a una gloriosa e ricca civiltà, piena di caffe e zucchero ma sopratutto di Oro e Argento e in soli 5 anni con 553 soldati, 110 marinai, 16 cavalli e 10 cannoni annientà Montezuma, i suoi 100.000 guerrieri e tutto l’impero Atazecho, bruciando e distruggendo tutto quello che trova davanti a se.

Cortes diventa il Comandante Generale del Vicereame di Spagna che comprendeva Messico, Sud degli Stati Uniti, tutto il Centro America e le Filippine.

É un massacro, un genocidio in nome di Dio, in pochi anni la popolazione indigena passa da 25 a 1 milione di persone.

I successivi 3 secoli sono politicamente stabili, il Messico diventa quella nazione latina, ispanica e cattolica come la conosciamo oggi, con l’influenza Castigliana nella cucina, arte, festività e lingua, un periodo complesso, molto complesso che però molti ritengono oggettivamente favorevole alla sviluppo Messicano e dei Messicani.

Nel 1810 iniziano i primi movimenti di indipendenza influenzati dalla rivoluzione Francese e Americana con Miguel Hidalgo y Castilla (oggi eroe nazionale), nel 1821 è gia l’anno dell’atto di indipendenza e nel 1824 nasce la prima costitizione e il Messico diventa una Repubblica.

Nel 1846 scoppia la guerra contro gli Stati Uniti a cui alla fine dovrà cedere California, Texas, Nuovo Messico, Arizona, Nevada, Utah e Colorado.

Finita la guerra sale a potere Porfidio Diaz dal 1876 al 1917, 30 anni di stabilità e pace ma in cui cresce sempre di più il divario tra ricchi e poveri, facendo nascere la Rivoluzione Messicana dove nascono i Miti Leggendari di Francisco Villa e Emiliano Zapata.

La Rivoluzione Messicana fu la prima vera rivoluzione del 1900, una rivoluzione popolare, sociale e nazionalista che cessa nel 1917 dopo una guerra interna tra gli stessi Rivoluzionari che si assassineranno tra di loro e al termine della quale diventa presidente Francisco Madeiro che emana una nuova costituzione.

Nel 1926 inizia la Rivolta Cristeros, la rivolta dei Cristiani, causata dalla nuova costituzione che separa la Chiesa dallo Stato che diventa completamente laico e requisisce quasi tutti i beni dei Cattolici , affievolita solo molti anni dopo con una serie di accordi tra cui quello della libertà religiosa.

Inizia intanto l’era del Messico moderno, sale al potere prima Calle Obregon, siamo nel 1929, soprannominato il Jefe Maximo de la Rivoluzion e poi Cardenos che porta il paese nell’orbita socialista – comunista dell’URSS, dove ci rimarrà fino dal 1946 fino al 2000 circa.

Dopo la II G.M. si succedono Donne, Mateo, Diaz, Alvarez, Portillo, Hurtado, iniziano anni di progresso e sviluppo, inizia l’esodo dalla campagne, l’inflazione, una crescita stabile e molto turismo, ma anche manifestazioni di operai e studenti spesso soffocate dalla mano forte del governo, arresti dei sindacalisti e accordi con USA e Giappone.

Negli anni 80 continua lo sviluppo economico, ma torna il clima di austerità che favorisce molte privatizzazioni, si riallacciano i rapporti con la chiesa e inizia un delicato processo per una più equa ripartizione delle ricchezze.
Sale al governo Salinas, inizia un periodo di fortissima corruzione e di privatizzazioni scellerate sopratutto delle compagnie petrolifere, nascono i Zapatisti, l’Esercito Popolare Rivoluzionario Insurgente e il Sub Comandante Marcos si fa conoscere al mondo.

Il 2000 è l’anno di forti cambiamenti, al governo va prima Ponce e ai nostri giorni Fox, ex presidente della Coca Cola che fa diventare il Messico una nazione cattolica e FiloAmericana.

storia messico

CENTROAMERICA Cosa è la Repubblica delle Banane ?
CENTROAMERICA Maya
You may also like
MESSICO EZLN
MESSICO SubComandante Marcos

Leave a Reply