Home > Cile Racconto viaggio > CILE 27° Da Porvenir a Punta Arenas e storia della città – G°7

CILE 27° Da Porvenir a Punta Arenas e storia della città – G°7

Da Porvenir a Punta Arenas e storia della città

Dal centro di Porvenir, dopo aver cenato, prendiamo un taxi, ci facciamo portare al porto, facciamo il biglietto direttamente alla biglietteria (10€ circa) e alle 19 puntuali partiamo per Punta Arenas dove arriviamo alle 21 circa.

La camera dell'ostello di Punta Arenas

La camera dell’ostello di Punta Arenas

Anche questa volta, come all’andata, di turisti siamo solo noi e quando sbarchiamo prendiamo un taxi (contrattate che è molto costoso anche se il tragitto è breve) e ci facciamo portare all’ostello, di cui non ricordo il nome, che abbiamo visto sulla Lonely.

Purtroppo è chiuso per lavori ma i ragazzi che stanno verniciando ci portano in un altro ostello, Hostal Ayelen, sempre della stessa gestione, poco distante.

Contrattiamo per 50€ a notte in camera doppia, mano privato, colazione inclusa, posiamo gli zaini e proviamo a uscire.

Sono le 22, la città è deserta, silenziosa, nevischia ed è un freddo boia e con tutto il freddo che abbiamo preso durante il giorno a Porvenir decidiamo di buttarci sotto i piumoni e andare a dormire.

Situata, sulla penisola di Brunswick, nella regione di Magellano e Antartide Cilena, nella provincia di Magallanes, abitata da 130.000 persone, è la maggiore e più importante città della Patagonia meridionale e il più grosso centro urbano a sud del mondo.

Fondata nel 1848 quando il governatore spostò da Fuerte Bulnes, 36 miglia a nord per acqua, clima, un miglior clima e approdo delle navi.

Una città portuale, distante 3000 km da Santiago, 53° latitudine Sud con una temperatura media annua di 6 gradi.

Le popolazioni iniziali erano quasi tutte di origine Croate e Jugoslave, specialmente della Dalmazia che giunsero qui attratte dalla febbre dell’oro del XIX° secolo.Punta Arenas Cile

Per centinaia di anni, la zona, fu solo una guarnigione militare e politica per controllare la Terra del Fuoco che visse decenni prosperosi e fertili in quanto era il principale punto di transito di tutte le navi che andavano dall’Atlantico al Pacifico.

L’ epoca d’oro finì quando aprirono il canale di Panama.

Dopo decenni di declino la città sta tornando a nuova vita, questo grazie al commercio, all’estrazione delle risorse naturali come gas e petrolio, l’allevamento degli ovini con carne e lana ma sopratutto con il turismo.

La città è l’Hub di tutta la regione per bus e aerei e il punto principale per andare a visitare l’Antartide, le isole Malvine, il Torres del Paine, la Terra del Fuoco e la Patagonia.

CILE 26° Una giornata a Porvenir Cile - G°7
CILE 28° Punta Arenas cosa vedere, escursioni e cosa fare
You may also like
CILE 42° Cile Zaino in spalla, si torna a casa – G° 13-14
CILE 32° Escursione nella Valle dei Vini Cilena – G°11
CILE 31° Da Punta Arenas a Santiago del Cile – G°10
CILE Perchè? Il perchè del mio viaggio in Cile

Leave a Reply