Home > MedioOriente racconto di viaggio > MEDIO ORIENTE 7° Damasco cosa ho fatto per il mio 28° compleanno – G°5

MEDIO ORIENTE 7° Damasco cosa ho fatto per il mio 28° compleanno – G°5

DAMASCO COSA HO FATTO

Damasco cosa ho fatto - La moschea

Damasco cosa ho fatto – La moschea

La mattina mi sveglio che Pedro è già andato via, domani partirò per Palmira così ho tutta la giornata da godermi da solo, è il mio regalo….oggi compio 28 anni.

Dall’ostello vado subito alla Moschea degli Omayyadi, uno degli edifici più importanti della città, costruita nel 705 dc sopra ai resti di antichi templi e della cattedrale Cristiana, al cui interno ci sono le Reliquie di Giovanni Battista, sacre sia ai Mussulmani che ai Cristiani.

É la prima Moschea in cui entra in vita mia, mi levo le scarpe, mi copro le gambe e rimango folgorato dalla tranquillità, dal silenzio, dalla pace e dall’armonia che sprigiona la Moschea, i suoi 3 minareti tutti in stile diversi e la grande sala di preghiera.

Mi siedo, mi rilasso e mi godo, questa nuova avventura che è solo all’inizio e questo popolo e questa cultura, che inconsciamente ho sempre amato e che è tutta da scoprire.

Damasco cosa ho fatto - Il Suq di Damasco

Damasco cosa ho fatto – Il Suq di Damasco

Esco e me ne vado senza meta in giro tra Madras, “le scuole Arabe”, Moschee e Chiese Cristiane nella zona Est.

Vagabondo in mezzo al Suq e la sua galleria commerciale, tra botteghe e minareti, rimanendo un po’ deluso dall’artificiosità e dalla modernità di un posto, ricostruito totalmente nel XX° secolo e che ha perso quella magia che mi aspettavo di trovare come nelle medine Marocchine.

Mi aspettavo qualcosa di più, nel Suq pensavo di trovare  un casino, un bordello, peggio di Marrakech, invece c’è molta tranquillità, è dolce e intrigante, inesplorato e labirintico, ma mai espugnato nei secoli passati.

Si vedono molte persone con i capelli rossi, tracce evidenti delle crociate e del popolo Irlandese, ci sono Chiese Ortodosse, Armene e Cristiane che fanno da cornice alle infinite Moschee.

Esco dalla città vecchia, vado a Piazza Marjeh, la Piazza dei Martiri, il centro di tutta la città, nuova e vecchia, che si trova vicino ale mura.

Cambio i soldi per strada e mi rifugio in uno di quei tradizionali bar – locali a bere te e fumare narghilè.

Torno all’ostello che è notte, ho camminato tutto il giorno da solo, mi siedo, bevo due birre e vado a dormire.

MEDIO ORIENTE 6° Arrivo a Damasco e nel mondo Arabo - G°4
MEDIO ORIENTE 8° Palmira, la "Sposa del deserto" - G°6
You may also like
MEDIO ORIENTE 10° Krak dei Cavalieri e arrivo ad Amman – G°9
MEDIO ORIENTE 9° Hama e le sue Norie – G°7 e 8
MEDIO ORIENTE 8° Palmira, la “Sposa del deserto” – G°6
MEDIO ORIENTE 6° Arrivo a Damasco e nel mondo Arabo – G°4

Leave a Reply